Login

Hey Biolover!

Accedi con il tuo
account Kuibit

Sport & sostenibilità: la grande sfida

Nel bene e nel male facciamo tutti un pò di sport: che sia a livello occasionale, amatoriale o professionistico. Ma soprattutto lo sport ci piace farlo all’aria aperta già a partire da aprile fino ad arrivare a ottobre. Il problema, non trascurabile, sollevato da molti runners è l’inquinamento dell’aria, per non parlare delle scarse qualità delle strade in fatto di pulizia durante gli eventi sportivi come le maratone, che richiamano mezzi e pubblico.

sport

Lo sport è sempre più considerato alleato con la filosofia di sostenibilità, rispetto e dialogo con la natura, aumentando la consapevolezza riguardo i temi ambientali e dell’inquinamento. Coloro che più rivendicano un ambiente più respirabile e a misura di sport sono senz’altro i runners di città. Paradossalmente quelli di centri abitati meno abitati lamentano l’abbandono selvaggio di rifiuti e incuria delle aree verdi e dei percorsi.

sport

Ancora non abbiamo gli strumenti per far fronte a tutti questi  disagi ma è anche vero che le proposte ci sono: durante le manifestazioni sportive sarebbe preferibile distribuire bicchieri, piatti e posateria monouso in materiale compostabile; ridurre la quota di plastica con alternative 100% riciclabili. Stessa cosa per le medaglie, abbigliamento sportivo, packaging e materiale divulgativo. Non è poi così impossibile. Aumentare le zone di raccolta rifiuti sarebbe poi una mossa vincente. Anche a livello di trasporti si potrebbe far meglio: incoraggiare l’uso dei mezzi pubblici (con potenziamento nelle date delle manifestazioni); il car sharing per condividere  gli spostamenti e ridurre i mezzi su strada. E ancora… se si è vicini alla manifestazione una bella bicicletta non guasterebbe.

Entriamo nello specifico dello sport di strada: il runner a fine corsa ha necessità di bere acqua, integratori salini o anche un succo di frutta. Limitiamo la plastica usando materiali riciclabili, borracce riempite con le bevande preferite.

sport

I disastri ecologici, le emergenze climatiche, l’inquinamento del suolo, dell’aria e dell’acqua: siamo di fronte a una crisi ambientale mai registrata prima e il futuro del nostro pianeta è ogni giorno più incerto. Non possiamo più far finta che il problema non esista o non ci riguardi. Sempre meno suolo, sempre più cemento, sempre più uso di energie e risorse, sempre più produzione di scarti, di emissioni e di rifiuti.

sport

Anche lo sport non si può sottrarre a questa situazione e deve anch’esso prenderne coscienza per un futuro più sostenibile e che incida sul cambiamento degli stili di vita di ognuno di noi. Pochi gesti che dovranno entrare a far parte delle abitudini giornaliere di ognuno.