Login

Hey Biolover!

Accedi con il tuo
account Kuibit

Pic-nic: consigli utili e… sostenibili

Tempo di pic-nic. Siamo nel pieno della stagione più calda e luminosa dell’anno. Le ore di luce disponibili sono tante e si ha sempre più voglia di spazi aperti, di godersi la natura, di vedere posti diversi dall’ufficio e dalla città. Molti di voi vorranno organizzare gite al lago, al fiume e al mare. Molti di voi preferiranno portare buon cibo da casa e condividerlo nella natura. Con amici e amiche, con la famiglia.

Pic-nic

FATTORI DI CUI TENER CONTO

Il meteo: prima di “imbarcarsi” in un’avventura fuori porta, è buona cosa consultare il meteo. Diluvio dell’ultimo momento? Invitate tutti a casa e si rimanda il pic-nic! Non avrete sprecato il cibo e nessuno rimarrà scontento.

Tela cerata: sembrerà poco romantica ma nessuno vorrà mangiare su una bella tovaglietta posata nell’erba ma visibilmente inzuppata dell’umidità del terreno. È buona abitudine isolare il cibo e le stoviglie da elementi che posso alterarne la qualità.

Pic-nic

Il cestino: ebbene si… non è mai passato di moda e in commercio se ne trovano facilmente di ogni tipologia, colore e materiale. Noi ovviamente vi consigliamo quelli in vimini dove potrete riporre stoviglie compostabili o per un pic-nic più romantico, di ceramica per i piatti e vetro per i bicchieri. Certamente servirà una borsa frigo per le bevande e  cibi da servire freschi.

Un menù anti-spreco
Il pic-nic è sempre stato, fin dagli anni ’70, uno svago amato da molte famiglie italiane. Si partiva la domenica con la macchina zeppa di tavolino, sedioline, giocattoli per i bambini, talvolta un rudimentale barbecue e un’infinità di pietanze che però talvolta tornavano a casa e venivano buttate.  Per evitare tutto questo vi consigliamo di stabilire un menù adatto ai componenti della gita: adulti e bambini avranno esigenze differenti. Mono-porzione è la parola d’ordine: primi e secondi piatti ben suddivisi: sono sempre sulla top list dei pi-nic la classica torta salata con le verdure, frittate, insalate di riso (anche orzo, quinoa e farro), mini panini al latte o tramezzini; come dolce una bella macedonia di frutta fresca. Tra le bevande per i bambini succhi di frutta (con poco zucchero) da preferire a quelle gassate; per i più grandi ci stà un bicchiere di vino fresco.

Pic-nic

La pulizia: alla fine del pic-nic è fondamentale per il rispetto dell’ambiente in cui siamo stati per tutto il giorno. Dovrete lasciare l’area del vostro pic-nic così come lo avete trovato, se non addirittura migliore. Detto ciò, non dimenticate di portare con voi dei sacchetti per i rifiuti adatti alla raccolta differenziata. Sarà molto pratico un secchiello per raccogliere facilmente le bucce di frutta e verdura o eventuali altri scarti organici.

Pic-nic

Prodotti biologici anti-zanzare e insetti a voi nocivi: anche in questo caso ci sono prodotti ecologici per contrastare l’attacco di zanzare senza irritare la pelle e dover spruzzare nell’aria sostanze irritanti.

Se portate con voi il vostro cane (o gatto…) ricordatevi di lui: ciotola dell’acqua, il suo gioco, un telo per riposare e il suo cibo preferito.

Pochi e semplici gesti per concludere la giornata a cuor leggero, consapevoli di esserci divertiti e rilassati nel rispetto dell’ambiente che ci ha ospitati.

Il consiglio che vi diamo sempre: preferite cibi provenienti da agricoltura biologica (quelli del nostro shop lo sono!), certificati dal logo che ormai conoscete, rispettate l’ambiente usando stoviglie compostabili e non abbandonate mai i rifiuti del vostro pranzo.