Login

Hey Biolover!

Accedi con il tuo
account Kuibit

Dal balcone alla cucina… il passo è breve!

Un giardino, un balcone, un terrazzino o un piccolo davanzale. In tutte le case del mondo c’è sempre spazio per un po’ di verde, non solo per fiori e piante ornamentali, ma anche per coltivare piante commestibili ed erbe aromatiche.
Se poi avete la fortuna di avere un terrazzo di ragionevoli dimensioni, potrete sbizzarrirvi davvero!

Creare un orto, piccolo o grande che sia, è più semplice di quel che potreste immaginare e le soddisfazioni che vi attendono sono tante. Bisognerà scegliere le piante giuste (al vivaio trovate personale specializzato che vi può ben indirizzare) e avere qualche dritta su come coltivarle. Questa è, a tutti gli effetti, coltivazione a km zero e in taluni casi, biologica. In questo articolo vi lasceremo pochi consigli per poter avviare una piccola produzione casalinga.

balconeEsposizione solare
Ortaggi ed erbe aromatiche hanno bisogno di una buona esposizione per crescere rigogliosi. Questo discorso vale ovviamente per ogni orto, che sia su un terreno in campagna o che sia un orto cittadino. L’esposizione a Nord è quella meno “fortunata” perchè penalizza coltivazioni impegnative, tipo pomodori e peperoncini. Le migliori esposizioni sono quelle a sud-ovest e sud-est, in quanto prendono molta luce al mattino o al pomeriggio, evitando il sole nelle ore più calde della giornata.

balconeSfruttare lo spazio a disposizione
Va da sè che non tutti abbiamo ampi spazi a disposizione quindi la parola chiave, in questo caso, è ottimizzare! Quindi attenzione a balconi con inferriate che permettono più passaggio di luce e di quelli con muretti dove i vasi andranno posizionati in alto. Un’idea interessante per sfruttare ogni spazio è l’orto verticale, dove molti utilizzano la tecnica delle bottiglie di plastica appese al muro. Questo sistema è molto in linea con l’idea di riciclo delle bottiglie vuote, ma ha il difetto di poter mettere a coltura solo piccole piantine: aromatiche ed officinali.

Tavoli da coltivazione
Altra tecnica abbastanza diffusa, è quella dei tavoli di coltivazione, vere e proprie strutture in legno nelle quali far crescere direttamente o come base d’appoggio le proprie coltivazioni biologiche.

balcone

Vasi e sottovasi
In sostanza, la soluzione più pratica ed efficace è quella di utilizzare vasi in plastica o in terracotta, con i relativi sottovasi. La scelta del vaso giusto è fondamentale per la buona riuscita della coltura, ad esempio:
-se decido di piantare dei pomodori dovremo utilizzare un vaso rettangolare di almeno 40 cm di profondità e 30 cm di larghezza, per una lunghezza di almeno 80 cm per mettere a dimora 3 piante;
-se invece voglio piantare del basilico andrò a scegliere un vaso di forma circolare ma non troppo profondo.

balcone

Il terreno
Fattore determinante per una buona riuscita del vostro orto home-made è la scelta del terreno, l’humus o compost, e di materiale drenante più adatto tra sabbia e argilla. Esistono in commercio i cosiddetti terricci universali, che rispondono adeguatamente alle esigenze di un orto domestico.

balconeConclusioni
Possiamo dire che si può coltivare praticamente tutto, fatto salvo ortaggi tipo zucchine, meloni e zucche che in vaso non danno grandi risultati. Per il resto potete sbizzarrirvi. Il nostro consiglio è di iniziare con delle aromatiche come: basilico, rosmarino, timo, maggiorana, salvia e menta. Saranno un valido complemento alle vostre ricette e saranno sempre pronte all’uso e fresche.

balcone

Pensate poi di usarle associate ai legumi e alla pasta del nostro shop; da aggiungere alle nostre passate o per arricchire le nostre salse da spalmare sulle gallette… Nella speranza di avervi incuriosito e un pò stimolato ad avviare il vostro orto personale, vi invitiamo a far visita al nostro shop dove, come sempre, troverete un’ispirazione per cena o per rifornire la vostra dispensa Bio. Leggete, seguite e condividete!

@pexell – unsplash